PTOF 2016-2019

 

PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA

2016-2019

EX ART. 1, COMMA 14, LEGGE N. 107/2015

 

 

approvato dal Consiglio d’Istituto

nella seduta del 20/01/2016

 

 

 

 

 

 

Roma 14/01/2016

Prot. 175/C17

INDICE

Premessa…………………………………………………………………………………………………pag.   3          

                                                          

1-Priorità traguardi ed obiettivi…………………………………………………………………………pag.   4

2-Piano di miglioramento…………………………………………………………………………………pag.    6

3-Scelte conseguenti alle previsioni di cui alla legge n. 107/2015……………………..pag.   7

4-Alternanza scuola lavoro……………………………………………………………………………...pag. 11

5- Scelte derivanti da priorità ed obiettivi assunti negli anni precedenti.………...pag. 15

6- Formazione………………………………………………………………………………………………….pag. 17

7 - Risorse Professionali e organizzative / gestionali - Ambienti e spazi.………….pag. 18

8 – Fabbisogno di personale…………………………………………………………………………..pag. 20

 

 

 

a-Piano didattico corsi (vedi  sito scuola)

b-Piano didattico Cambridge (vedi sito della scuola)

c-Criteri di valutazione (vedi  sito scuola)

d-Strategie didattiche e valutazione DSA, BES (vedi  sito scuola)

e-Patto educativo di corresponsabilità (vedi  sito scuola)

f-Regolamento d’Istituto (vedi  sito scuola)

 

 

 

Per un maggiore approfondimento dei progetti e delle attività nel PTOF, si rimanda alla documentazione depositata in segreteria.

Premessa

 

Il presente piano triennale dell’offerta formativa, relativo all’Istituto di Istruzione Superiore di Via delle Sette Chiese n. 259 di Roma, è elaborato ai sensi di quanto previsto dalla Legge 13 luglio 2015 n. 107, recente la “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”;

il piano è stato elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal dirigente scolastico con proprio atto di indirizzo prot.  n. 3420 A/04 del 22.09.2015;

il piano ha ricevuto il parere favorevole del collegio dei docenti nella seduta del 14/01/2016;

il piano è stato approvato del consiglio d’Istituto nella seduta del 20/01/2016;

il piano, dopo l’approvazione è stato inviato all’USR per il Lazio per le verifiche di legge ed in particolare per accertarne la compatibilità con i limiti di organico assegnato;

il piano, all’esito della verifica in questione, ha ricevuto il parere favorevole, comunicato con nota prot. ______ del _______________;

il piano è pubblicato nel portale unico dei dati della scuola.

 

 

 

 

1-PRIORITA’ TRAGUARDI ED OBIETTIVI

 

L’azione educativa e didattica dell’I.I.S. Via delle Sette Chiese di Roma in qualità di ente educativo e formativo statale si fonda principalmente sugli art. 3, 33 e 34 della Costituzione Italiana :

art. 3 “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e la uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 33 L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sulla istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato. La legge, nel fissare i diritti e gli obblighi delle scuole non statali che chiedono la parità, deve assicurare ad esse piena libertà e ai loro alunni un trattamento scolastico equipollente a quello degli alunni di scuole statali. È prescritto un esame di Stato per la ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l’abilitazione all’esercizio professionale. Le istituzioni di alta cultura, università ed accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato.

Art. 34 La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso.

Tali articoli vengono quindi esplicitati e declinati nel seguente modo:

  1. Favorire il successo formativo di tutti gli studenti con un’offerta didattica volta tanto al potenziamento delle eccellenze quanto al recupero di situazioni svantaggiate o discriminate da un punto di vista culturale, sociale o a causa di disabilità.

  2. Favorire l’inclusione ed integrazione promuovendo tutte le strategie ed azioni necessarie per far “star bene a scuola” gli studenti con la collaborazione di tutte le componenti scolastiche.

  3. Promuovere l’educazione alla legalità per l’acquisizione di atteggiamenti positivi e funzionali all’organizzazione democratica e civile della società e favorire lo sviluppo di un’autonomia di giudizio e di uno spirito critico, quali  strumenti indispensabili per arginare i fenomeni socialmente negativi.

  4. Sostenere il pieno sviluppo della persona promuovendo la formazione culturale ed umana degli allievi ed educandoli ai valori della cittadinanza, della solidarietà, della collaborazione,  del reciproco rispetto e delle pari opportunità.

  5. Promuovere una didattica innovativa e percorsi formativi aperti all’Europa riconosciuti a livello internazionale e finalizzati allo sviluppo delle competenze culturali e linguistiche degli alunni.

  6. Rispettare il patto educativo fondando l’azione didattica ed educativa sulla trasparenza, nella consapevolezza e nel rispetto dei reciproci ruoli, diritti e doveri, favorendo il dialogo e la collaborazione tra studenti, docenti e famiglie. 

Il presente Piano parte dalle risultanze dell’autovalutazione d’Istituto, così come contenuta nel Rapporto di Autovalutazione (RAV), pubblicato all’Albo elettronico della scuola e presente sul portale Scuola in Chiaro del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dove è reperibile sul sito del Ministero della Pubblica Istruzione nella sezione “Scuola in Chiaro”.

In particolare, si rimanda al RAV per quanto riguarda l’analisi del contesto in cui opera l’Istituto, l’inventario delle risorse materiali, finanziarie, strumentali ed umane di cui si avvale, gli esiti documentati degli apprendimenti degli studenti, la descrizione dei processi organizzativi e didattici messi in atto.

Si riprendono qui in forma esplicita, come punto di partenza per la redazione del Piano, gli elementi conclusivi del RAV  e cioè: Priorità, Traguardi di lungo periodo, Obiettivi di breve periodo.

Le priorità che l’Istituto si è assegnato per il prossimo triennio sono:

1) miglioramento delle competenze in matematica nel biennio;

2) miglioramento delle competenze nella lingua inglese nel biennio.

Le motivazioni delle scelte effettuate sono le seguenti:

  1. gli esiti di fine anno del biennio hanno evidenziato carenze e lacune nelle conoscenze e competenze di base in particolare riferimento alle due aree individuate (matematica e inglese).

    Il miglioramento di tali difficoltà consentirà anche il raggiungimento di competenze propedeutiche per affrontare al meglio il triennio di specializzazione.

  2. Le prove INVALSI per quanto riguarda l’area logico-matematica hanno evidenziato la necessità di predisporre interventi atti a migliorarne i risultati.

    Migliori risultati consentiranno altresì di ottenere certificazioni più soddisfacenti alla conclusione della classe seconda.

Gli obiettivi di processo che l’Istituto ha scelto di adottare in vista del raggiungimento dei traguardi sono:

  1. migliorare l’attività dei dipartimenti disciplinari per la definizione del curricolo, la progettazione e la valutazione;

  2. migliorare gli ambienti di apprendimento sotto il profilo degli strumenti multimediali a disposizione dei docenti.

     

 

2 - PIANO DI MIGLIORAMENTO

Sulla base di quanto emerso nel RAV nonché degli esiti formativi registrati dagli studenti negli anni precedenti, si individuano i seguenti obiettivi formativi prioritari del POF triennale:

  • Potenziamento e valorizzazione delle competenze linguistiche in italiano e lingue straniere anche condotte con la metodologia CLIL.

  • Potenziamento delle competenze matematiche, logiche e scientifiche.

  • Sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva e potenziamento delle competenze giuridiche, economiche e finanziarie.

  • Valorizzazione del merito degli studenti e del sistema di premialità.

  • Prevenzione e contrasto alla dispersione scolastica e potenziamento dell’inclusione anche in relazione ai BES.

  • Valorizzazione dell’educazione interculturale.

  • Potenziamento delle discipline motorie.

  • Valorizzazione di percorsi formativi individualizzati e coinvolgimento degli alunni.

  • Coinvolgimento delle famiglie nella gestione di comportamenti problematici.

La progettazione organizzativo-didattica prevederà:

  1. L’apertura pomeridiana della scuola;

  2. L’adesione o costituzione di accordi di rete con altre scuole ed enti pubblici e privati di cui all’art. 7 del DPR n. 275/1999

 

3 -SCELTE CONSEGUENTI ALLE PREVISIONI DI CUI ALLA L. 107/2015

POTENZIAMENTO

La Scuola ha in dotazione per l’anno scolastico 2015/2016 un organico potenziato di n. 9 docenti così distribuiti:

Area Storia/Filosofia/Storia dell’Arte (A037 e A025)

  1. verranno realizzati interventi didattici flessibili e interattivi in accordo con i docenti curricolari; l’attività si propone di approfondire temi relativi alla conoscenza dei diritti umani e delle libertà fondamentali a garanzia della persona, nonché al valore delle regole e dell’etica.

I destinatari del progetto sono le seguenti classi: III Asu, III Csu, IV AL, IV Asu, IV Aes, IV Csu, V AL, V Aes per il potenziamento di Filosofia e III AL, III Csu e V Asu per il potenziamento di Storia.

Le metodologie utilizzate saranno concordate con i docenti curricolari coinvolti nel progetto sulla base delle peculiarità di ogni classe. Il progetto si articola in 18 ore settimanali ripartite in interventi di 1 o 2 ore per ogni classe.

(1docente)

 

  1. Il laboratorio artistico espressivo si pone l’obiettivo di attivare uno spazio di espressione attraverso i linguaggi artistici, in particolare il disegno e la pittura, per gli studenti normodotati e con disabilità.

    Le attività sono rivolte agli studenti di tutte le classi.

    La docente svolgerà interventi pomeridiani di approfondimento destinate in particolare alle classi quinte.

    (1docente)

     

 

Area Lingue Straniere (Inglese e Francese) (A0346 e A0246)

Obiettivi:  

  • Potenziare l’apprendimento della lingua inglese

  • Innalzare il livello delle abilità audio-orali (speaking and listening)

     

Modello organizzativo e metodologia:

I contenuti verranno presentati in modalità laboratoriali pomeridiane di 15 ore per gruppo, utilizzando le seguenti strategie:

  • Cooperative learning

  • Metodo comunicativo student centred

Le attività sono destinate agli alunni che nel test d’ingresso abbiano conseguito risultati negativi (primo anno)

Attività destinate a tutti gli alunni (secondo anno)

  • Didattica basata su gruppi di lavoro eterogenei

  • Didattica peer to peer

Descrizione dei sistemi di apprendimento:

dopo aver creato gruppi di lavoro e condiviso con i partecipanti le modalità e gli obiettivi del corso, verranno approfondite alcune tematiche trattate durante le ore curricolari e gli alunni verranno coinvolti in situazioni comunicative dellavita reale.

Metodologie di intervento:

  • Apprendimento cooperativo

  • Addestramento al problem solving

  • Sportello didattico

Utilizzo di tecnologie multimediali:

  • LIM

  • Laboratorio multimediale

  • Tablet

Indicatori concernenti il monitoraggio e la valutazione delle azioni:

  • Somministrazione di test iniziali, in itinere e finali

  • Monitoraggio del percorso effettuato rispetto ai livelli di partenza, della percezione delle proprie abilità acquisite (accrescimento dell’autostima), del miglioramento nella padronanza dei contenuti

(1 docente di inglese, 1 docente di francese).

 

Area Matematica (A047 e A049)

Obiettivi:  

  • Acquisire un metodo di lavoro efficace

  • Guidare al miglioramento delle capacità di analisi e di sintesi

  • Utilizzare correttamente procedure di calcolo

  • Padroneggiare il linguaggio della disciplina in modo chiaro avvalendosi di simboli e di rappresentazioni grafiche

Modello organizzativo e metodologia:

I contenuti verranno presentati in modalità laboratoriali pomeridiane di 15 ore per gruppo, utilizzando le seguenti strategie:

  • Cooperative learning

  • Problem solving

Le attività sono destinate agli alunni che nel test d’ingresso abbiano conseguito risultati negativi (primo anno)

Attività destinate a tutti gli alunni (secondo anno)

  • Didattica basata su gruppi di lavoro eterogenei

  • Didattica peer to peer

Descrizione dei sistemi di apprendimento:

dopo aver creato gruppi di lavoro e condiviso con i partecipanti le modalità e gli obiettivi del corso, verranno approfondite alcune tematiche trattate durante le ore curricolari; in particolare, ogni argomento verrà presentato mediante problemi reali. Gli alunni dovranno inizialmente risolvere casi legati alla vita quotidiana utilizzando concetti e regole già appresi. Successivamente, dovranno analizzare i problemi e individuare il modello risolutivo più adeguato.

Metodologie di intervento:

  • Apprendimento cooperativo

  • Addestramento al problem solving

Utilizzo di tecnologie multimediali:

  • LIM

  • Laboratorio multimediale

  • Tablet

Indicatori concernenti il monitoraggio e la valutazione delle azioni:

  • Somministrazione di test iniziali, in itinere e finali

  • Monitoraggio del percorso effettuato rispetto ai livelli di partenza, della percezione delle proprie abilità acquisite (accrescimento dell’autostima), del miglioramento nella padronanza dei contenuti

(2 docenti di matematica).

 

 

 

Area Diritto/Economia (A019)

L’attività di potenziamento relativa alle discipline giuridiche ed economiche viene organizzata secondo due modalità riferibili rispettivamente al primo biennio e al triennio.

Nel biennio, in cui si presenta l’esigenza di una corretta e precisa impostazione delle strutture portanti delle materie, il docente di potenziamento cura la specifica parte di studenti che evidenzia lacune nelle discipline e difficoltà nell’acquisizione delle competenze di base, attraverso una trattazione dei contenuti in parallelo con quanto svolto dal docente curricolare, in modo tale da garantire un livello di omogeneità nello svolgimento del programma.

Nel triennio, in considerazione di una più spiccata esigenza di consolidamento e approfondimento delle conoscenze, l’attività di potenziamento riguarderà l’intero gruppo classe, esplicandosi attraverso lo svolgimento, in compresenza con il docente curricolare, di specifiche unità didattiche, ispirata da casi pratici o da problematiche suggerite dall’attualità politica, economica e sociale. I docenti lavoreranno in sinergia anche nei casi di didattica di ricerca, analisi e rielaborazione per gruppi. Anche nell’ambito di tale modalità, il potenziamento si esplica in attività di recupero e approfondimento lungo l’intero anno scolastico (1 docente).

 

Area Scienze Motorie (A029)

Il potenziamento di Scienze Motorie riguarderà il miglioramento del coordinamento e della capacità di lavorare in gruppo per il biennio, per il triennio verranno potenziate le capacità relative a specifiche discipline sportive (1 docente).

 

Area disabilità (A036-AD02)

Il potenziamento riguarderà le classi della sede di via Nistri; le attività verranno definite in collaborazione con la responsabile di plesso per il sostegno prof.ssa Giubilo (1 docente).

 

 

 

4 - ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi terze

“FORMAZIONE MYO SPAZIO”

PARTNER:

  1. CEMEA del MEZZOGIORNO ONLUS (Centri di Esercitazione ai Metodi dell’Educazione Attiva)

  2. CeIS (Centro Italiano di Solidarietà don Mario Picchi)

Il contesto di partenza dell’attività del progetto è quella della realtà che interessa molti quartieri semi-centrali della città di Roma. L’iniziativa vuole sviluppare attività di formazione e di educazione che vadano nella direzione di una cittadinanza e di una solidarietà attiva che permetta agli allievi di essere attori consapevoli delle scelte che li riguardano e del mondo che li circonda in una prospettiva di progresso individuale e sociale.

Si intendono realizzare occasioni di apprendimento attraverso strategie di formazione  e autoformazione per il continuo empowerment individuale e per quello del contesto di riferimento.

Le attività proposte sono finalizzate alla crescita personale e professionale degli alunni.

 La formazione relativa all’esperienza scuola-lavoro della durata di 70 ore avviene attraverso un percorso individuale formativo che si avvale della metodologia attiva di gruppo, della valenza educativa del gioco, della metodologia della peer-education.

Il percorso formativo ed il tirocinio lavorativo perseguiranno le seguenti finalità:

-Accrescimento dell’autostima e dell’autonomia

-Sviluppo di competenze sociali e di adattamento a nuove realtà

-Sviluppo di attitudini e competenze specifiche direttamente legate al percorso di apprendimento scolastico specifico dell’indirizzo di studi con possibili ricadute sull’occupabilità

-Incoraggiamento dello spirito di iniziativa e della partecipazione attiva

-Sviluppo di competenze interculturali e multilinguistiche (accoglienza ragazzi stranieri).

-Conoscenza approfondita del contesto di accoglienza in riferimento all’inclusione

(disabilità, situazioni familiari problematiche).

-Conoscenza e consapevolezza delle criticità sociali del territorio

Gli alunni faranno parte dell’equipe dei Centri nella progettazione e nella gestione delle attività.

Si occuperanno in particolare di:

-sostegno scolastico per bambini ed adolescenti italiani e stranieri

-progettazione e realizzazione di laboratori ludico-espressivi

-gestione di attività e giochi di gruppo

-progettazione e realizzazione di eventi educativi sul territorio

 

STUDENTI

Nel progetto sono coinvolti gli alunni delle seguenti classi:

-classi terze  sezioni A, B e C del corso di studi del Liceo di Scienze Umane per un totale di 78 alunni, svolgeranno le attività presso il CEMEA

-classi terze sezione A e  B del corso Scienze umane opzione economico-sociale per un totale di 38 alunni, svolgeranno le attività presso il CeIS

-classe terza A del Liceo Linguistico per un totale di 21 alunni, svolgerà le attività presso il CeIS

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Conseguimento di specifiche competenze pratiche per condurre azioni educative in un contesto dato (es: gestione di giochi educativi, conduzione di attività educative di gruppo).

  •  Potenziamento dell’ attitudine a mettersi in gioco in contesti educativi che richiedono la comprensione del diverso in varie accezioni.

  • Acquisizione di competenze interculturali finalizzate alla realizzazione di  esperienze educative in contesti complessi che favoriscano l’inclusione.

     

 

 

COMPETENZE DA ACQUISIRE, NEL PERCORSO PROGETTUALE

CON SPECIFICO RIFERIMENTO ALL’EQF

 

Livello

Competenze

Abilità

Conoscenze

Livello III

-possedere gli strumenti necessari per utilizzare, in maniera consapevole, le principali metodologie comunicative e relazionali

-collocare la propria esperienza in un sistema di regole fondato sul reciproco riconoscimento dei diritti

-affrontare situazioni problematiche e contribuire a risolverle utilizzando contenuti e metodi delle diverse discipline

-comunicare in modo efficace mediante linguaggi e supporti diversi

-organizzare strategie d’azione e realizzare progetti con obiettivi significativi e realistici

-interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista

-saper lavorare in gruppo e autovalutare la propria prestazione

-contribuire alla realizzazione delle attività collettive

-utilizzare e produrre semplici testi multimediali e/o strumenti laboratoriali

-riconoscere le caratteristiche essenziali del sistema socio economico per orientarsi nel tessuto produttivo e dei servizi del proprio territorio

-individuare modelli teorici e di convivenza, le loro ragioni pedagogiche e sociali e i rapporti che ne scaturiscono sul piano educativo

-confrontare teorie e strumenti necessari per comprendere la varietà della realtà sociale

La certificazione farà riferimento al quadro EQF della certificazione europea con la stesura di una scheda di valutazione individuale e la consegna agli alunni di un attestato di frequenza da parte dell’ente ospitante riconosciuto dal Miur. 

 

 

PROGETTAZIONE ASL dell’anno scol. 2016/17 e 2017/18

Nell’anno scolastico 2016/17 e 2017/18 si prevede che l’attività dell’ASL sarà svolta non solamente in collaborazione con enti del terzo settore, ma anche attraverso la modalità della Simul-impresa destinata al triennio delle scienze umane, dell’economico sociale e del linguistico.

Allo stesso modo, ed in particolare per il liceo linguistico e le scienze umane, la scuola ha programmato anche la collaborazione con i Musei della città di Roma (es. Palazzo Braschi). Tale ipotesi riguarderà la progettazione e la realizzazione di percorsi di didattica museale indirizzati a diverse categorie di fruitori (bambini, adolescenti, adulti) in italiano e in lingua straniera.

Tale progettazione è in fase di messa a punto.

 (vedi schede di progetto).

 

 

 

5 - SCELTE DERIVANTI DA PRIORITA’ ED OBIETTIVI ASSUNTI NEGLI ANNI PRECEDENTI

- Attività di accoglienza per le classi prime realizzato nel mese di ottobre 2015 presso la struttura naturalistica di Policoro in situazione di campo scuola.

- Attività di stage formativi in scienze umane

Per la realizzazione degli stage, l’Istituto collabora con vari Enti pubblici e privati, in  particolare con:

  • i Centri del Volontariato della Regione Lazio

  • il Cemea per il Mezzogiorno

  • il Ceis di Don Picchi

  • la Caritas

  • il Telefono Rosa

  • Il Museo della Mente di Roma

  • la Terza Università di Roma

  • la Regione Lazio

  • il Comune di Roma

  • le Scuole d’Infanzia

  • il Centro di Riabilitazione “Scuola Viva”

  • il Centro di Formazione Malaguzzi (iniziativa Reggio Children)di Reggio Emilia

Le classi del triennio dei corsi di scienze umane e del corso economico-sociale hanno svolto negli anni scolastici precedenti stage della durata minima di 20 ore in orario curricolare e/o extracurricolare per confrontarsi con situazioni operative attinenti alle discipline di indirizzo. L’attività ha una forte valenza formativa ed auto orientativa ed ha fornito elementi decisivi per la formulazione del progetto scuola lavoro per l’anno in corso.

I progetti hanno riguardato in particolare:

  • Attività di sostegno nel settore dell’educazione infantile

  • Problematiche adolescenziali e sostegno allo studio

  • Attività di formazione sui temi della tutela dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile

  • Partecipazione a progetti di associazioni del Terzo Settore per il recupero della marginalità sociale

  • Formazione sul fund raising

  • Formazione alla peer education

Gli alunni hanno la possibilità di sperimentare ed incentivare le loro competenze e capacità’ nell’individuazione dei bisogni educativi e sociali relativi ad un territorio, nella gestione delle risorse di un’attività del Terzo Settore, nelle tematiche che riguardano la tutela ambientale, per lo sviluppo delle proprie potenzialità in termini di collaborazione e cooperazione.

- Attività di stage linguistico all’estero

STAGE DI INGLESE

STAGE DI SPAGNOLO

STAGE DI FRANCESE

I referenti degli stage di lingua sono i docenti curricolari di lingua straniera dei corsi.

- Attività di acquisizione delle certificazioni europee in lingue straniere (inglese ‑ francese – spagnolo)

- Attività specificamente destinate agli alunni con disabilità:

 - Al di là del limite (laboratorio itinerante). In rete di scuole, capofila Domizia 

  Lucilla.   

- Progetto Autonomia

- Laboratorio video,

- Progetto attività professionale Centro Tosi.

- Attività destinate alle eccellenze (classi quinte)

- Attività/Progetto Scuola pulita

 

CAMBRIDGE

Per l’anno scolastico 2016/2017  è stato attivato il Liceo Linguistico potenziamento IGCSE – Cambridge International.

 

LICEO LINGUISTICO INTERNAZIONALE DI LINGUA SPAGNOLA

La scuola ha programmato l’avvio dei un nuovo indirizzo, il liceo linguistico opzione spagnolo , che partirà dall’a.s. 2016/2017.

 

VIAGGI E VISITE d’ISTRUZIONE

Oltre al progetto “Accoglienza- campo scuola per le prime classi”, si prevede per l’a.s. 2016/2017, il progetto visite e viaggi d’istruzione destinato alle seconde, terze quarte e quinte.

 

 

6 - FORMAZIONE

Docenti:

- Formazione CLIL

- Aggiornamento potenziamento lingua inglese

- Aggiornamento Ambiente e Sviluppo Sostenibile

- Aggiornamento Sicurezza (Dlgs 81/2008).

- Potenziamento utilizzo didattica modulare e tecnologie multimediali.

PNDS

La Scuola ha provveduto a nominare, coerentemente con quanto indicato dalla L. 107/2015, l’animatore digitale, il quale si occuperà di promuovere e coordinare le seguenti azioni:

  • potenziamento delle competenze digitali dei docenti (uso della LIM),

  • miglioramento delle dotazioni hardware/software della Scuola.

Ata:

  • Segreteria Digitale ( per tutti i componenti della segreteria)

  • Informatica (settore contabile)

  • Informatica e Normativa (settore didattica)

  • Aggiornamento Sicurezza (Dlgs 81/2008)

Tecnici di laboratorio:

  • Aggiornamento su software/hardware

  • Aggiornamento Sicurezza (Dlgs 81/2008)

Collaboratori scolastici:

  • Sicurezza (Dlgs 81/2008)

  • Formazione in rete per assistenza alunni con disabilità.

 

 

7 -RISORSE PROFESSIONALI E ORGANIZZATIVE / GESTIONALI:

Dirigente Scolastico: Rosella Di Giuseppe

Coordinatori di classe:

1A su

Tibaldi

1B su

Izzo

1C su

Losito

   

1A es

Caroti

1B es

Barzotti

1A l

Lucchesini

1B l

Lopomo

2A su

Perriello

2B su

Lavoratornuovo

2C su

Residue ital

2D su

Faustini

   

2A es

Cardinali R.

2B es

Andreetti

2A l

Distinto

2B l

Oliva

3A su

Vegliante

3B su

Cosentino

3C su

De Nora

3A es

Bagatti

3B es

Cesarini

   

3A  l

Romano

4A su

De Angelis

4B su

Dadi

4C su

Mastrangelo

4A es

Bove Dussoni

4A l

Salvatorelli

5A su

Barbarella

5B su

Panzironi

5C su

Manna

5A es

Croce

5A l

Cimirro

5B es

Ciammaruconi

 

Funzioni strumentali:

  • Area PTOF: Prof.ssa A. A. Vegliante

  • Area Orientamento: Prof.ssa F. Delaini

  • Area Alunni: Prof.ssa R. Bacci

 

 

Collaboratori del D.S.:

  • Prof.ssa G. Romano

  • Prof.ssa L. Dadi

D.S.G.A.: Dott.ssa L. T. Bertucci

Segreteria amministrativa: R. Dalle Pezze, G. Pinna, S. Spina

Segreteria didattica: A. Giordano,  M. Siano

Assistenti tecnici: C. Demofonte, G. Grimolizzi

Collaboratori scolastici: A. Berterame, T. Caruana, P. Catenacci, M.T. Ciardi, R. Coppi, M. Di Spirito, E. Persi, C. Pirone, G. Rizzo, G.P. Valentini

Consiglio d’Istituto:

D.S.: Rosella Di Giuseppe

Genitori: A. Boccardi, F. Staiti, G. Cirillo, F. Crudo

Docenti: D. Giubilo, G. Romano, M. Folegatti, L. Dadi, A. Latini, A. A. Vegliante, M. Cicchetti, R. Caroti.

Personale ATA: A. Giordano, M. Siano.

Studenti: S. Di Giovanni, R. Ferraguzzo, D. Messina, C.G. Di Tella.

Giunta esecutiva: F. Crudo, G. Romano, A. Giordano, D. Messina, D.S. e D.S.G.A.

Responsabili area Sostegno, DSA, BES: Proff. M. Folegatti, D. Giubilo, M. Napoli, M. Cicchetti.

Responsabili Dipartimenti disciplinari:

Lettere: M. C. Denora

Scienze Umane: L. Dadi

Matematica/Fisica/Scienze: R. Cardinali / M . Perriello

Lingue straniere: E. Bagatti

Diritto/Economia: S. Bellistri

 

AMBIENTI E SPAZI:

Laboratori multimediali di informatica/linguistici

Laboratori di Fisica/Scienze

Biblioteca

Palestra/Spazi per l’attività all’aperto

8 – FABBISOGNO DI PERSONALE

  • Posti comuni:

Classe di concorso

Cattedre

Ore Res.

Ore Ced.

19/A

2

0

0

3

0

24/A

0

0

0

0

0

25/A

1

0

1

0

0

29/A

3

0

0

6

2

36/A

7

0

1

0

0

37/A

0

0

0

0

0

Fran46/A

1

0

1

0

0

Ing46/A

5

0

0

0

7

Spag46/A

2

0

0

0

12

47/A

0

0

0

0

0

49/A

6

0

0

0

7

50/A

2

0

1

0

0

51/A

11

0

0

0

0

60/A

2

0

1

0

0

61/A

0

0

0

0

0

Conv.Fr.3/C

0

0

0

7

0

Conv.Ing.3/C

0

0

0

1

6

Conv.Sp.3/C

0

0

0

1

6

 

  • posti di sostegno:

Psicofisici

Cattedre 8,5

Non vedenti

Cattedre 7

 

  • personale ATA:

  • dsga:                                          1

  • collaboratori scolastici:                 9

  • assistenti amministrativi:             5

  • assistenti tecnici:                         2

ORGANICO DI POTENZIAMENTO RICHIESTO

Classe di concorso

Ore da prestare

Supplenze brevi

Corsi di recupero /potenziamento

Progetti

Ore di utilizzo

A025

594

534

30

   30

594

A019

594

258

120

 216

594

A0346

594

94

300

200

594

A0246

594

94

300

200

594

A0446

594

94

300

200

594

A049

594

94

300

200

594

A047

594

94

300

200

594

A036

594

204

330

60

594

A051

594

204

330

60

594

TOTALE

5346

1670

2310

1366

5346

 

 FABBISOGNO ATTREZZATURE E INFRASTUTTURE MATERIALI

  1. Rinnovo arredi segreteria

  2. Sistemazione tende ignifughe nella sede succursale

  3. Rinnovo attrezzature informatiche per la segreteria e per gli alunni diversamente abili

  4. Potenziamento rete wireless (PON)

  5. Realizzazione ambienti digitali con postazioni fisse in ogni aula (PON)

  6. Allestimento spazi per attività dei docenti di potenziamento

 

DEFINIZIONE DELLE RISORSE FINANZIARIE OCCORRENTI

  1. Attrezzature                                               € 50,000

  2. Ambienti digitali e rete wireless                  € 40,000

  3. Arredi                                                         € 30,000

  4. Progetti didattici                                         € 80,000

  5. Formazione                                                € 20,000